la storia di ALTIN

 

aprile - giugno 2018

 

 

 

 

 

Convivere con il mal di pancia ...

 

Altin è un ragazzino kosovaro di 11 anni, da parecchio tempo affetto da dolori al ventre che lo avevano costretto anche a dei ricoveri ospedalieri in patria. Il suo caso ci è stato segnalato da zia Ardita, mamma di 2 gemelli accolti in passato al Castello. Di fronte all'incapacità dei medici kosovari di individuare una patologia, la famiglia del ragazzo ha chiesto aiuto alla nostra Associazione.

 

Pure noi, che nella presentazione all'ospedale dei casi umanitari dobbiamo specificare una diagnosi, ci siamo scontrati con i limiti della sanità kosovara, in quanto tutti gli esami cui abbiamo preventivamente sottoposto Altin in patria non hanno fatto emergere particolari patologie e in qualche caso hanno pure dato esiti contrastanti.

 

Alla fine la scelta è ricaduta sull'accoglienza del ragazzino a Verona, per affidarlo alle specialiste di gastro-enterologia pediatrica per un check-up completo. Altin è così giunto al Castello l'11 aprile, accompagnato da mamma Merita, tanto felice per l'occasione offerta al figlio, quanto preoccupata per il possibile esito degli esami in Italia.

 

Nei giorni immediatamente successivi, il ragazzino ha fatto diversi accessi in ospedale in regime di day hospital, per sottoporsi ad una fitta serie di esami ed analisi, alla conclusione dei quali i medici hanno modificato la terapia e lo hanno inquadrato dal punto di vista nutrizionale, dando alcune regole e tempistiche su come e quando alimentarsi.

 

Abbiamo dovuto aspettare un buon mese prima di cogliere i primi confortanti risultati, anche se i dolori al ventre non sono completamente scomparsi. Già il fatto di averli più meno frequentemente e con differente intensità ha però permesso di educare Altin ad individuare - e possibilmente ad escludere - quei cibi che poi provocano apparentemente i dolori. Processo non facile su un ragazzino della sua età e per di più decisamente goloso.

 

Un secondo check-up a distanza del primo ha confermato i miglioramenti complessivi; solo un livello anomalo di colesterolo ha spinto i medici ad approfondimenti diagnostici di tipo genetico e a porre sotto specifica terapia il nostro amico.

 

Il 2 giugno, Altin è potuto tornare finalmente a casa, con mamma Merita più serena nel vedere finalmente qualche miglioramento e soprattutto nell'aver trovato nel nostro ospedale le tanto auspicate competenze e professionalità. Obiettivo del medio termine sarà il monitoraggio delle condizioni complessive del ragazzino e dell'andamento del colesterolo. 

 

Ciao Altin !!!

aggiornamento del 02.06.2018

 

 

***

 

I risultati dell'analisi genetica hanno confermato i sospetti dei nostri medici in merito ad una forma di ereditarietà dell'alto livello del colesterolo di Altin. Parallelamente, il mal di pancia - che fino a poco tempo fa lo colpiva quasi quotidianamente - si fa sempre più raro, grazie anche alla rinuncia a certi alimenti. Il ragazzino continuerà ad essere seguito dai medici veronesi per il tramite della nostra Associazione, nell'ottica di un follow-up a fine anno.

aggiornamento del 30.07.2018

 

***

 

 

 

***

 

 

 

PHOTOBOOK

 




18 aprile 2018 - con mamma Merita




19 aprile 2018 - gita in treno !!!




21 maggio 2018 - svago al parco giochi !!!




22 maggio 2018 - con la nostra Iole ...




22 maggio 2018 -  ... e con la nostra Mariapaola !!!




23 maggio 2018 - lavori nella nostra Casetta dei Sorrisi !!!




24 maggio 2018 - Arena di Verona