3 settembre 2010 - nasce il viaggio della speranza di Andi

La Regione Veneto ha autorizzato l'intervento sanitario per ragioni umanitarie a favore di Andi, 4 mesi e una cardiopatia congenita da correggere. Il bimbo, accompagnato da mamma Alida, arriverà a breve in Italia.

 

 

21 settembre 2010 - ben arrivato, Andi !!!

Questo pomeriggio è giunto a Verona il piccolo Andi, accompagnato dalla sua mamma. Abbiamo proceduto subito al ricovero, domani sarà giorno di esami e di valutazioni propedeutici all'intervento cardiochirurgico cui il bimbo verrà sottoposto.

 

 

24 settembre 2010 - primo giorno senza mamma !!!

Per darle un momento di stacco dopo questi primi giorni di ospedale, questa sera la mamma è stata ospitata a cena da una delle nostre famiglie, mentre Andi è stato cullato da una nostra volontaria ... ma non ha gradito tanto questo temporaneo distacco ...

 

 

28 settembre 2010 - la vigilia dell'intervento

Domani è il giorno dell'intervento cardiochirurgico per Andi ... mamma Alida non nasconde la preoccupazione e l'ansia, ma le volontarie del Castello le staranno accanto con il consueto affetto. Forza Andi !!!

 

 

29 settembre 2010 - TUTTO BENE !!!

Intervento riuscito e gran sospiro di sollievo da parte nostra e di mamma Alida. Il piccolo Andi ora sarà tenuto per le classiche 48 ore in terapia intensiva cardiochirurgica, per monitorare il suo decorso post-operatorio.

 

 

6 ottobre 2010 - in terapia intensiva pediatrica!

Sarebbe potuto arrivarci anche prima, ma non c'era posto ... così il nostro piccolo Andi si è dovuto sorbire qualche giorno in più in terapia intensiva cardiochirurgica. Poco male, l'importante è che il suo decorso post-operatorio continui tranquillo.

 

 

12 ottobre 2010 - un altro passo in avanti

Ieri, la sospensione della ventilazione faceva già percepire delle belle novità ... e infatti oggi Andi è stato spostato nella cosiddetta "terza stanza" della terapia intensiva pediatrica, la più soft del reparto, grazie alla sua ritrovata autonomia respiratoria. Mamma Alida al settimo cielo, finalmente passerà la notte accanto al suo piccolo dopo tanti giorni di attesa.

 

 

14 ottobre 2010 - un problema delicato

Il piccolo Andi è dovuto rientrare in prima stanza, affaticato nella respirazione dal diaframma che non lavora perfettamente. Ma è soprattutto il suo cuoricino a preoccupare, perché inspessito fuori misura, benché il problema sia congenito e non legato all'intervento cardiochirurgico. Le analisi cui sarà sottoposto nei prossimi giorni dovrebbero chiarire i motivi di questa malformazione.

 

 

22 ottobre 2010 - alla ricerca di una stabilità permanente

Prosegue tranquillo il decorso di Andi: il nostro piccolo è tenuto sotto stretto controllo, alla ricerca del giusto equilibrio cuore-polmoni che gli permetta di uscire dalla terapia intensiva. C'è bisogno di tempo e di tanta pazienza, mamma Alida è fin troppo brava e dimostra una forza interiore non comune.

 

 

24 ottobre 2010 - di nuovo intubato

Un'improvvisa difficoltà respiratoria, molto probabilmente dovuto dall'affaticamento di cui il bimbo soffre non avendo il diaframma che lavora bene, ha reso necessaria una nuova intubazione. Per risolvere il problema, si fa sempre più realistica l'ipotesi di un intervento chirurgico. I prossimi giorni saranno utili per definire la strada da percorrere. Forza Andi !!!

 

 

3 novembre 2010 - intervento rimandato

Non ci voleva un'infezione proprio in questi giorni ... l'intervento al diaframma è rimandato così alla prossima settimana. Il piccolo Andi rimane intubato, con tutte le sue difficoltà e le sue criticità.

 

 

10 novembre 2010 - il diaframma si muove !

In modo del tutto inaspettato, il diaframma - che sembrava compromesso nella sua attività - ha dato timidi segnali di risveglio. I prossimi giorni saranno determinanti per capire come e quanto questo potrà aiutare Andi nella sua respirazione, ma erano settimane che aspettavamo una notizia positiva e quella di oggi ridà speranza.

 

 

17 novembre 2010 - lievi miglioramenti

I parametri del piccolo Andi stanno pian piano migliorando, anche se il bimbo deve essere ancora supportato dalle macchine. Il suo diaframma sta recuperando in funzionalità e nei prossimi giorni verrà effettuata anche una tac per studiare a fondo le vie respiratorie.

 

 

25 novembre 2010 - senza tubi !

Giornata importantissima ... speriamo decisiva per quanto riguarda il recupero di Andi. I medici sono finalmente riusciti a estubarlo, dopo un mese intero in cui il bimbo non era in grado di respirare autonomamente. Le prime ore sono state incoraggianti, i prossimi giorni saranno decisivi. Forza Andi !!!

 

 

2 dicembre 2010 - il trasferimento in terza stanza

Giorno di festa!!! Finalmente Andi, dopo un novembre da dimenticare, grazie ai miglioramenti degli ultimi giorni si è guadagnato il trasferimento in terza stanza, l'area della terapia intensiva più soft, che anticipa il passaggio al reparto di pediatria. Mamma Alida è felicissima e stanotte, dopo tante settimane, potrà finalmente dormire accanto al suo cucciolo. Bravo Andi !!!

 

 

7 dicembre 2010 - quasi sempre senza ossigeno

E' un Andi in progressivo miglioramento quello che vediamo in questi giorni. Il supporto di ossigeno alla respirazione è sempre più raro e il bimbo sta riprendendo sempre più forze ed è sempre più attivo. Rimane solo da togliere il sondino nasogastrico e da riprendere confidenza col biberon ... speriamo sia questione di giorni !!!

 

 

13 dicembre 2010 - finalmente in reparto !!!

Bravo Andi! Ce l'hai fatta anche tu, dopo un lunghissimo e delicatissimo periodo post-operatorio. La notizia del tuo arrivo in reparto è stata un'emozione enorme per tutto il Castello! Prossimo obiettivo: tornare al biberon, magari con un latte un po' più appetibile ... che ne dici?

 

 

18 dicembre 2010 - quasi un biberon intero

Positivi questi primi giorni in reparto: il piccolo ciuccia di giorno in giorno sempre più dal biberon, per cui l'utilizzo del sondino nasogastrico viene sempre più limitato. Un buon segnale, speriamo di andare avanti così.

 

 

21 dicembre 2010 - una fastidiosa febbre

E' bastata una fastidiosa febbre per interrompere il buon trend di Andi e farlo indebolire sensibilmente. Questo episodio ha evidenziato la delicatezza dell'equilibrio di Andi e la necessità che mamma Alida diventi autonoma nel gestire il suo piccolo anche in questi frangenti.

 

 

25 dicembre 2010 - Buon Natale, caro Andi !!!

Oggi, celebrazione simbolo di rinascita, il nostro augurio è che nel giro di pochi giorni tu possa riprenderti dalla gastroenterite che ti ha colpito e iniziare quel recupero necessario a realizzare il tuo sospirato ritorno a casa. Buon Natale , caro Andi !!!

 

 

1 gennaio 2011 - che sia un Felice e Sereno Anno Nuovo !!!

Sfebbrato da un paio di giorni ma con una forte inappetenza, Andi fa fatica a riprendersi; ma ormai dovrebbe essere solo questione di giorni, tempo di iniziare a ricrescere e poi si potrà programmare la dimissione: il più bel modo di iniziare il Nuovo Anno: forza Andi !!!

 

 

6 gennaio 2011 - un preoccupante declino

L'involuzione alimentare di Andi inizia a preoccuparci: il bimbo non ne vuole sapere del biberon, mangia solo attraverso il sondino naso-gastrico, vomita spesso e di conseguenza non prende peso, anzi ne perde. Il piccolo è molto debole e il suo equilibrio decisamente precario. Il nostro auspicio è che i medici trovino presto una soluzione a questa situazione.

 

 

11 gennaio 2011 - l'inizio del recupero ???

Finalmente qualche buona nuova!!! Finalmente è stato trovato un latte anti-rigurgito che, oltre ad essere ben tenuto da Andi, risulta essergli di particolare gradimento. Mamma Alida adesso non deve troppo assecondare la fame del suo bimbo, ma dargli le pappe piano, un poco alla volta, senza lasciare che si ingozzi.

 

 

14 gennaio 2011 - le sospirate dimissioni !!!

Complici gli ultimi confortanti giorni, con i medici si è deciso di fare il grande passo: far cambiare aria al nostro caro Andi, stanco e insofferente, come la mamma della lunga degenza ospedaliera. Lo accoglierà per un po' di giorni Mariangela, in quelli che speriamo siano i preparativi per un sereno rimpatrio.

 

 

19 gennaio 2011 - gli ultimi controlli

Un controllo in Pediatria a 5 giorni dalla dimissione ha confermato un Andi in discreta salute, anche se il bimbo manifesta ancora difficoltà di crescita. La speranza è che il ritorno a casa sia di giovamento da questo punto di vista.

 

 

22 gennaio 2011 - ciao caro Andi !!!

Dopo quattro lunghi mesi praticamente tutti in ospedale, Andi finalmente torna a casa! Al suo seguito tutto il materiale utile a risolvere il problema dell'alimentazione ... speriamo in buone notizie nei prossimi giorni. Ciao caro Andi !!!

 

 

 

 

***

 

 

in sintesi ...

 

I bimbi che portiamo in Italia per cure mediche ci arrivano in condizioni spesso gravi e delicate e da situazioni socio-ambientali difficili. Le cure non sono una passeggiata per loro, aiutarli non è una passeggiata per noi.

 

I numeri di seguito esposti vogliono sintetizzare il viaggio di Andi e l'impegno profuso dai volontari dell'Associazione IL CASTELLO DEI SORRISI onlus per questo bimbo, durante la sua ospitalità, al momento del rimpatrio e - se necessario - anche successivamente, affinché sia percepito lo sforzo organizzativo ed economico sottostante un viaggio della speranza. Un'esperienza in cui nulla è scontato, ma che viene necessariamente vissuta giorno per giorno, cercando di rispondere con tempestività ed efficacia alle esigenze e ai problemi che emergono quotidianamente.

 

Il viaggio di Andi è durato 124 giorni, di cui 115 trascorsi in ospedale e 9 ospite presso una delle nostre famiglie.

Durante il ricovero, ad Andi e alla sua mamma sono state assicurate circa 260 ore di compagnia e supporto, grazie anche allo straordinario e generoso contributo di Abio Verona.

Andi è stato sottoposto ad un intervento cardiochirurgico per correggere una malformazione congenita.

Per la patologia di cui soffre il piccolo è stato rimpatriato con tutti i farmaci di supporto necessari per il suo futuro.

A corredo, il bimbo è stata rimpatriato con uno stock di latte artificiale anti-reflusso.

Inoltre, laddove si renda necessaria l'alimentazione attraverso sondino-nasogastrico, al bimbo è stata messa a disposizione una pompa e tutta l'attrezzatura necessaria per il suo utilizzo.

Infine, gli è stato donato un aerosol con le medicine necessarie a terapie contro eventuali infezioni alle vie respiratorie.

 

 

***

 

L'aiuto qui sintetizzato è stato calcolato e approntato nell'ottica del

TUTTO IL NECESSARIO, NULLA DI SUPERFLUO

principio cui l'Associazione si ispira

nella realizzazione dei suoi progetti di solidarietà.