i progetti conclusi  -  Progetto K2

 

 

 

la storia di ANDI

 

il secondo viaggio:

febbraio 2012

 

 

Mister Dolcezza

A distanza di un anno esatto dal precedente rimpatrio, dopo il lungo e difficile suo primo viaggio, Andi è ritornato al Castello dei Sorrisi il 14 febbraio per un controllo cardiologico e la valutazione di un'ernia inguinale che a suo tempo non era stata sistemata perchè in quel momento rappresentava il male minore.

 

Ad accoglierlo in aeroporto la nostra Mariangela, che fin dall'autunno del 2010 si era presa particolarmente a cuore questo piccolo, seguendo lui e la sua mamma Alida lungo tutto il complicato cammino di cure. Mariangela si è trovata di fronte un bimbo cresciuto, dolcissimo, che trasmette tanta bontà ma anche tanta fragilità.

 

16 febbraio 2012 - la sacralità del rapporto madre-figlio

Il giorno dopo, Andi ha sostenuto la sua importante visita cardiologica, che ha evidenziato nel complesso una tenuta del suo cuoricino, grazie alla terapia farmacologica che ne controlla la crescita e ne evita l'inspessimento delle pareti. Nella mattinata è stato poi controllato dalla nostra chirurga pediatrica, che ha rilevato un sostanziale riassorbimento dell'ernia inguinale, tale da non rendere più necessario l'intervento chirurgico.

 

Gli ultimi due giorni di Andi a Verona sono così trascorsi serenamente, lontano dall'ospedale, dando a mamma Alida l'occasione per comprare prodotti come l'olio extravergine di oliva o il formaggio grana, utilissimi per l'alimentazione del suo piccolo ma introvabili in Kosovo.

 

Proprio riguardo all'alimentazione, è nostra intenzione mandare a mamma Alida una serie di indicazioni, dettate dalla nostra pediatra di fiducia, utili a stimolare l'appetito di Andi e a garantirne l'adeguato apporto calorico: il piccolo ha infatti bisogno di rafforzarsi e irrobustirsi.

 

Il 18 febbraio Andi è tornato a casa, con lo stock di farmaci per tutto il 2012 e con mamma Alida serena per il buon esito dei controlli. A lei e a suo marito va riconosciuto il merito di aver curato il figlio con un amore e una dedizione straordinari: se Andi si è risollevato dalla pesante situazione in cui era ed è ora il bimbo sereno che abbiamo ritrovato, questo è dovuto a loro e alla loro forza interiore.

 

Ciao Andi !!!

aggiornamento del 18.02.2012

 

 

 

***