la storia di ANISA

 

il viaggio:

maggio - giugno 2014

 

 

 

Mai avere paura !!!

 

Nemmeno il tempo di lasciarsi alle spalle il rimpatrio del piccolo Erblin, tornato a casa il 10 maggio in splendide condizioni di salute, che al Castello dei Sorrisi è giunta la richiesta di intervento urgente per un nuovo caso di TGA - trasposizione delle grandi arterie.

 

Il 3 maggio era nata Anisa, che subito trasferita in urgenza alla Neonatologia di Pristina, lottava per sopravvivere a questa tremenda cardiopatia che ti lascia al massimo 40 gg di vita. I medici kosovari, impotenti di fronte a queste cardiopatie che richiedono correzioni cardiochirurgiche di altissima specializzazione, avevano già avvisato la famiglia di Anisa di ciò che da lì a pochi giorni sarebbe successo.

 

Al Castello dei Sorrisi ci siamo guardati negli occhi, consapevoli delle difficoltà economiche da affrontare, tanto più dopo lo sforzo sostenuto per il piccolo Erblin. Abbiamo cercato tra le pieghe del bilancio qualche risorsa che ci aiutasse almeno a partire per questa ennesima sfida a favore della vita. L'abbiamo trovata e abbiamo iniziato a parlare al mondo di Anisa e del suo problema, di quel "non c'è più tempo!" ...

 

La TGA è una cardiopatia congenita terribile: ti lascia 30-40 giorni di vita, ma - se operata con successo - non lascia strascichi e al bimbo che ne soffriva si aprono all'improvviso prospettive di vita eccellenti. E così, senza paura, abbiamo deciso di accogliere la piccola Anisa, convinti di dover dare anche a lei quella speranza di guarigione di cui ha tremendamente e urgentemente bisogno.

 

L'intervento umanitario per Anisa è stato totalmente a carico della nostra Associazione: affidata la bimba ai nostri medici, ci siamo impegnati a cercare sufficienti donazioni per coprire il preventivo di circa 18mila €.

 

Anisa è giunta al Castello dei Sorrisi il 24 maggio, a 21 giorni di vita, con un transfer protetto dall'ospedale di Pristina a quello di Verona tra ambulanze e bombola di ossigeno in aereo, affinché la bimba non si trovasse mai in difficoltà respiratoria. Immediatamente ricoverata in terapia intensiva pediatrica, ha evidenziato una buona stabilità emodinamica ma una saturazione in calo rispetto alle precedenti rilevazioni effettuate mentre era in Neonatologia a Pristina. Ciò non le ha impedito di trangugiarsi un bel bibe di 110 cc di latte, dimostrando grinta e reattività da vendere.

 

Questo ha spinto i nostri cardiochirurghi a programmare immediatamente la sua correzione cardiochirurgica, senza aspettare altro tempo, visto che la bimba era comunque già in ritardo rispetto alle indicazioni dei protocolli medici.

 

Anisa è stata operata il 26 maggio. Un lungo intervento di 8 ore, tecnicamente riuscito, al termine del quale i nostri medici hanno dimostrato moderato ottimismo, dovendo sempre aspettare le canoniche 48-72 ore prima di considerare la bimba fuori pericolo di vita.

 

Tutto è filato così liscio che il 29 maggio la piccola è stata trasferita in terapia intensiva pediatrica, ancora intubata ma in gran ripresa; non a caso, il giorno dopo era già in respirazione autonoma, supportata solo da un filo d'ossigeno. Entusiasmante e commovente vedere Anisa star bene dopo essere stata così vicina al punto di non ritorno ... dimostrazione della necessità di non impaurirsi mai di fronte ad ostacoli che appaiono insormontabili.

 

Il 3 giugno è stata una giornata molto importante, non solo perchè Anisa ha compiuto il suo primo mese di vita, ma anche perché - grazie alle sue buone condizioni di salute - le infermiere hanno richiesto maggior presenza in tip alla mamma, per passarle il testimone: mamma Blerina, emozionata e quasi incredula, si è ben prestata al gioco ... e ha finalmente iniziato a prendersi cura in prima persona della sua piccola, tra biberon, pannolini e bagnetti !!!

 

Anisa ha recuperato così bene che il 5 giugno è poi passata in pediatria e l'8, cogliendo noi tutti di sorpresa - mamma compresa - è stata dimessa. Gran festa in Casetta per l'arrivo della più piccola e per il riunificarsi delle mamme ospiti dell'associazione.

 

Le successive 2 settimane sono filate liscie, tra passeggiate e momenti sereni al parco giochi; la piccola ha preso un bellissimo ritmo di crescita, motivo di soddisfazione ed entusiasmo per sua mamma Blerina, che solo un mese prima viveva momenti di reale disperazione.

 

Anisa ha sostenuto gli ultimi controlli pre-rimpatrio il 24 giugno e il giorno successivo è potuta tornare a casa, dove la sua famiglia la stava aspettando con grande emozione.

 

Nell'entusiasmo che abbiamo vissuto per aver contribuito a salvare la vita di questa splendida bimba, il nostro GRAZIE DI CUORE !!! a quanti - credendo nel Castello dei Sorrisi e nei suoi ideali - hanno dato il loro significativo contributo per realizzare questo viaggio umanitario.

 

Ciao Anisa !!!

aggiornamento del 25.06.2014

 

 

 

***

 

 

PHOTOBOOK

 

 

 

 

24 maggio 2014 - la Croce Verde di Villafranca sempre al nostro fianco

 

 

 

 

8 giugno 2014 - ciao Pediatria !!! E grazie di cuore !!!

 

 

 

 

8 giugno 2014 - Casetta è ... essere unite !!!

 

 

 

 

16 giugno 2014 - zio Michele

 

 

 

 

20 giugno 2014 - faleminderit Stjlian !!!

 

 

 

 

23 giugno 2014 - zia Mariapaola

 

 

 

 

25 giugno 2014 - il saluto alla cardiologa Lucia

 

 

 

 

25 giugno 2014 - grazie di cuore ai nostri cardiochirurghi !!!

 

 

 

 

25 giugno 2014 - in aeroporto ... pronta a volare verso casa !!!