progetto K2

 

 

27 aprile 2010 - nasce il viaggio della speranza di Diola

La Regione Veneto ha autorizzato l'intervento sanitario per ragioni umanitarie a favore di Diola, 2 anni. La bimba, malata di fibrosi cistica, arriverà a giorni in Italia per sottoporsi ad un minuzioso check-up e ad eventuali cure antibiotiche. Sarà accompagnata dalla nonna, alla quale cercheremo di dare tutte le nozioni e gli strumenti per la terapia domiciliare.

 

 

9 maggio 2010 - volo cancellato ...

A causa della nube vulcanica di questi giorni, il volo con cui Diola doveva arrivare oggi a Verona è stato purtroppo cancellato. La piccola e la sua nonna arriveranno tra un po' di giorni, tempo di rischedulare il suo viaggio e il suo ricovero.

 

 

16 maggio 2010 - benvenuta Diola !!!

Oggi è arrivata Diola, bellissima e vivacissima !!! E' stata subito ricoverata presso il Centro Fibrosi Cistica di Verona e da domani verrà sottoposta a tutti gli accertamenti. La nostra Associazione è già in moto per assicurare tutto e il supporto utile durante la degenza e per organizzare la terapia domiciliare della piccola quando sarà pronta per tornare a casa.

 

 

19 maggio 2010 - la giornata della verità

Nonna Maki è stata oggi a colloquio con i medici e con la mediatrice culturale: con molto tatto ma senza giri di parole, le è stato spiegato cosa è la fibrosi cistica, il fatto che non ne si guarisce, la lotta quotidiana che occorre intraprendere ... è stato un colpo, che cercheremo di alleviare con la nostra vicinanza e con l'impegno dell'Associazione.

 

 

21 maggio 2010 - tanti auguri, cara Diola !!!

Giorno di festa per Diola, che oggi compie due anni !!! E' stata l'occasione per passare il pomeriggio al parco giochi con altri bimbi e con i volontari dell'Associazione, correndo su e giù dallo scivolo e gustandosi un bel gelato. Poi la sera a cena a casa di uno dei nostri, dove hanno avuto molto successo la bresaola e la pizza. tanti auguri, cara Diola !!!

 

 

23 maggio 2010 - alla festa per Nik e Bledion

Anche Diola e nonna Maki hanno partecipato al simpatico rinfresco organizzato per salutare Nik e Bledion, prossimi a partire. La piccola ha ricevuto in dono per il suo compleanno una palla colorata, con la quale si è messa subito volentieri a giocare.

 

 

26 maggio 2010 - verso la fine delle terapie

Il buon riscontro medico alle terapie antibiotiche cui è stata sottoposta Diola permetteranno alla piccola di terminare il ricovero fra qualche giorno e di tornare presto a casa dalla sua mamma. Ci stiamo così organizzando per un ritorno che le garantisca l'adeguato supporto terapeutico domiciliare, mentre i volontari di ABIO la fanno giocare affinché questi ultimi giorni passino velocemente.

 

 

28 maggio 2010 - fuori dall'ospedale !!!

Giorno di dimissioni per Diola! Completata la terapia antibiotica ed insegnate alla nonna alcune tecniche di ginnastica e fisioterapia, non c'è per ora alcun motivo per protrarre la degenza di questa bimba. Una notte a casa di Rita e Giampaolo, sempre splendidi nella loro generosa accoglienza, e poi a casa da mamma, papà e fratellino!

 

 

29 maggio 2010 - ciao Diola !!!

Stamattina Diola ha concluso la sua prima esperienza italiana ed è tornata a casa. Questi 15 giorni sono stati importanti non solo per valutare la piccola e portarle le prime cure, ma soprattutto per instaurare un rapporto di fiducia e di collaborazione con la sua famiglia, che ci permetta di seguire la piccola nel corso del tempo per combattere con grinta e consapevolezza la sua brutta malattia. Ciao Diola !!!

 

 

***

 

 

in sintesi ...

 

I bimbi che portiamo in Italia per cure mediche ci arrivano in condizioni spesso gravi e delicate e da situazioni socio-ambientali difficili. Le cure non sono una passeggiata per loro, aiutarli non è una passeggiata per noi.

 

I numeri di seguito esposti vogliono sintetizzare il viaggio di Diola e l'impegno profuso dai volontari dell'Associazione IL CASTELLO DEI SORRISI onlus per questa bimba, durante la sua ospitalità, al momento del rimpatrio e - se necessario - anche successivamente, affinché sia percepito lo sforzo organizzativo ed economico sottostante un viaggio della speranza. Un'esperienza in cui nulla è scontato, ma che viene necessariamente vissuta giorno per giorno, cercando di rispondere con tempestività ed efficacia alle esigenze e ai problemi che emergono quotidianamente.

 

Il viaggio di Diola è durato 14 giorni, interamente trascorsi in ospedale, a parte il giorno prima del rimpatrio.

Durante il ricovero, a Diola e alla nonna che la accompagnava sono state assicurate circa 60 ore di compagnia e supporto, grazie anche allo straordinario e generoso contributo di Abio Verona.

Diola è stata sottoposta ad un check-up completo per valutare la sua condizione di bimba malata di fibrosi cistica e ad una terapia antibiotica per contrastare un virus con cui è giunta in Italia.

Durante la convalescenza ospedaliera di Diola, alla nonna è stata fatta la formazione di base per un corretto ed efficace controllo della malattia: igiene, alimentazione, somministrazione farmacologica e fisioterapia.

Il Centro Fibrosi Cistica di Verona ha confermato la sua disponibilità a seguire la piccola in modo continuativo attraverso il Programma di Assistenza Sanitaria a fini umanitari cui Diola è iscritta.

 

Diola è tornata a casa con

un aerosol nuovo, specifico per le terapie dei fibrocistici

giochi per la sua età

pannolini, salviette, detergenti, disinfettanti, ...

omogeneizzati di vari gusti e creme di mais per individuare i gusti a lei più graditi

 

Inoltre, a Diola sono stati assicurati tutti i farmaci necessari per i prossimi mesi, a copertura del periodo che la piccola passerà a casa prima di tornare in Italia per il prossimo check-up. E' previsto l'invio di ulteriori farmaci qualora le condizioni della piccola richiedano una modifica delle terapie attualmente in atto.

 

 

***

 

L'aiuto qui sintetizzato è stato calcolato e approntato nell'ottica del

TUTTO IL NECESSARIO, NULLA DI SUPERFLUO

principio cui l'Associazione si ispira

nella realizzazione dei suoi progetti di solidarietà.