i progetti conclusi  -  Progetto K2

 

 

 

la storia di ELMEDINA

 

il secondo viaggio:

marzo 2012

 

 

Guardare avanti per migliorare

La piccola Elmedina è tornata al Castello dei Sorrisi il 17 marzo 2012, due giorni dopo aver festeggiato il suo terzo compleanno. Con Elma la straordinaria Violeta, pilastro del Campo Caritas di Raduloc, che ha accettato il nostro invito ad accompagnare la bimba a Verona per due settimane estremamente importanti per il suo futuro.

 

tra le braccia di Claudio e Violeta

Mamma Hyrije è dovuta rimanere a casa, ormai a fine gravidanza: l'arrivo del fratellino di Elmedina è ormai questione di giorni! La nostra piccola amica è stata veramente brava e coraggiosa a staccarsi da quella mamma che fino a poco tempo fa rappresentava anche la sua luce, i suoi occhi, la sua protezione nel senso più reale del termine.

 

Ad accoglierla a Verona i nostri Maria e Luigi, che tanto si sono dedicati alla piccola nel corso del suo primo viaggio e nuovamente pronti ad accompagnarla nella continuazione di questa bella avventura.

 

Appena arrivata, Elmedina è andata a salutare il suo amico Claudio, che si è preso a cura il suo caso e le ha donato gli occhiali con cui ora la piccola riesce sicuramente a ottimizzare la vista riacquistata con il trapianto di cornea.

 

a scuola con la terapista Nicoletta

C'era da sistemare l'elastico degli occhiali e da portare un regalino a Claudio: uno splendido delfino che mamma Hyrije ha cucito ad uncinetto, per arricchire la sua collezione. Claudio ama i delfini, "simbolo di libertà e infinita bontà", come lui stesso ama ricordare.

 

Crediamo non ci potesse essere dono più bello da parte di una bimba che fino a poco tempo fa quasi era completamente cieca e ora è appunto più libera di muoversi, di volare, di sognare. L'emozione di Claudio per quel piccolo grande dono ce lo ha confermato.

 

Il 20 e 21 marzo Elmedina è andata a scuola, ospite della Fondazione Robert Hollman, istituzione privata dedicata ai bimbi con deficit visivo. Sono stati due giorni molto importanti, perché i terapisti hanno potuto constatare significativi miglioramenti sia nelle capacità visive della nostra piccola, sia nella abilità con cui ormai riconosce colori e forme. A ripensarci, un sogno fino a qualche mese fa, realizzato grazie alla caparbietà e alla fiducia di mamma Hyrije che, una volta tornata a casa dopo il trapianto di cornea, non ha sottovalutato le nostre raccomandazioni e i consigli dei medici.

 

Attraverso il gioco, Elmedina è stata così stimolata a sfruttare al meglio le sue ridotte capacità visive, anche durante il pranzo consumato all'interno dell'Istituto. I giorni successivi sono poi trascorsi tra parco giochi e gite fuoriporta, in un clima di serenità e allegria che ha tenuto lontane le nostalgie di casa.

 

in pediatria

 

Il 25 marzo Elma è stata ricoverata per il controllo del giorno successivo alla cornea trapiantata. Anche i medici hanno espresso grande soddisfazione, trovando l'occhio in perfette condizioni, a conferma della qualità del lavoro svolto sia in sala operatoria sia a casa.

 

con Violeta e la Dott.ssa Alessandra

Giusto il tempo di essere dimessa che il 27 marzo la piccola è partita per Roma, accompagnata da Violeta e dalla nostra Maria. Un viaggio molto importante, che in due giorni le ha permesso - grazie alla competenza e alla sensibilità della Dott.ssa Alessandra - di ricevere una protesi su misura per l'altro occhio, purtroppo atrofizzato, funzionale alla crescita corretta dell'osso e all'aspetto estetico.

 

Prima di tornare a Verona, Elmedina è stata anche ospite per un paio di giorni a casa dei genitori di Violeta, ulteriore occasione di svago, di conoscenza di nuove persone e di nuovi luoghi ... tutti utili stimoli per una bimba che solo da qualche settimana ha veramente iniziato ad affacciarsi sul mondo.

 

Il 4 aprile la piccola è finalmente tornata a casa, felicissima ed entusiasta nel riabbracciare mamma, papà e la sua sorellina Melinda. I due genitori si sono commossi nel vedere la loro bimba così felice, serena e soprattutto migliorata nella vista e nel visino. Non hanno trovato parole per esprimere la loro gratitudine in particolare nei confronti di Violeta, che per tutto il viaggio si è presa cura in modo straordinario della loro piccola.

 

Per noi l'enorme soddisfazione di aver dato ad Elmedina - assieme a tante persone di buona volontà, conquistate dal suo sorriso - questa possibilità di parziale recupero della vista, aprendole prospettive per un futuro meno complicato. L'intelligenza della piccola e la sua innata curiosità faranno il resto.

 

Elmedina tornerà al Castello dei Sorrisi a fine giugno, per un ulteriore controllo della cornea trapiantata e la frequentazione della scuola. Ad accompagnarla ci sarà sempre Violeta, perché la mamma sarà impegnata col nuovo fratellino, la cui nascita è attesa a giorni.

 

Ciao Elmedina !!! 

 

aggiornamento del 04.04.2012

 

***

 

 

la piccola ci ha conquistato

e ce la vediamo spuntare da ogni angolino della casa

ma sappiamo,

e ne ringraziamo il cielo,
che ha una famiglia sua.


Ma anche altri bimbi sono presenti,

come Ledri

che era arrivato con la vocina flebile flebile

dopo l'intervento al cuore

mentre negli ultimi giorni,

contento e fiero della salute raggiunta,

cacciava certe urla ... da Radames.


Anche i ragazzi con la mucoviscidosi,

le loro storie dolenti e la speranza
per ora solo ipotizzabile

di poter un giorno guarire.
 

 

- Maria e Luigi -

 

 

***