la storia di ERINA

 

il primo viaggio:

luglio - agosto 2013

 

 

 

Un angioletto di cui prendersi cura


Erina è una bimba di 4 mesi per la quale ci è stato richiesto di intervenire con una certa rapidità, in quanto - a causa della sua sindrome Down - la famiglia non stava ricevendo adeguato supporto sanitario per curare la malformazione cardiaca con cui era nata.

 

Questo è un problema purtroppo abbastanza frequente in Kosovo: i bimbi down vengono sovente abbandonati al loro destino e raramente trovano nella propria famiglia e nelle istituzioni l'amore e l'attenzione di cui necessitano e hanno diritto, alla pari di qualsiasi altro bimbo.

 

20 luglio 2013 - stanca del viaggio ... ma finalmente nella Casetta dei Sorrisi !

Così stava per essere anche per Erina; solo la caparbietà di mamma Dardane l'ha salvata da un destino segnato dall'indifferenza di qualche medico che aveva avuto il coraggio di definire irrilevante la sua cardiopatia, tanto da non dover essere necessaria la correzione cardiochirurgica.

 

Così invece non è ... Erina va operata e per questo il 20 luglio è giunta al Castello dei Sorrisi. La prima necessità era quella di conoscere approfonditamente la piccola e stabilizzarla emodinamicamente attraverso una terapia farmacologica, per prepararla all'intervento chirurgico.

 

La piccola è stata ospitata nella nostra Casetta dei Sorrisi per tre settimane, e sottoposta a controlli cardiologici cadenzati, finalizzati alla individuazione dei farmaci e delle dosi più adeguate. Fin dai primi giorni abbiamo noi stessi potuto vedere con i nostri occhi i miglioramenti nella respirazione di questa creatura, divenuta meno difficoltosa e affaticata.

 

In attesa dell'intervento cardiochirurgico, programmato per gli inizi di settembre, il 10 agosto abbiamo così potuto rimpatriare temporaneamente Erina e la sua mamma, dando loro modo di trascorrere con la famiglia questi giorni di attesa.

 

Ciao Erina !!!

aggiornamento del 10.08.2013