la storia di GLESIO

 

 novembre 2017 - luglio 2018

 

 

 

 

 

Un frugoletto di un mese

 

Glesio è un bimbo albanese di appena 1 mese di vita, segnalato alla nostra Associazione per una cardiopatia complessa che richiedeva un centro specialistico per una adeguata correzione cardiochirurgica. Il piccolo è così arrivato a Verona il 15 novembre, accompagnato da mamma Flutura e, con trasporto protetto assicurato dai nostri amici della Croce Verde di Verona, è stato immediatamente ricoverato in ospedale per valutare e monitorare le sue condizioni.

 

Dopo 2 giorni, è stato temporaneamente dimesso e lo abbiamo accolto nella nostra Casetta dei Sorrisi, in attesa che i medici programmassero per lui una diagnostica più completa, necessaria per approfondire quella che si è dimostrata essere una cardiopatia decisamente atipica. Per questo motivo, Glesio è stato sottoposto prima ad un cateterismo cardiaco e poi ad una TAC, affinchè la nostra equipe cardiochirurgica avesse tutte le informazioni utili per individuare la soluzione ottimale ...

 

Il suo intervento cardiochirurgico, inizialmente programmato per fine novembre, è poi slittato a metà dicembre, per vari motivi: dar modo al piccolo di crescere e rinvigoririsi, dar tempo ai medici di studiare la soluzione correttiva più adeguata ... e dar priorità agli altri 3 piccoli albanesi accolti di lì a poco tempo dalla nostra Associazione, con cardiopatie più gravi: Gladiola, Anxhela e Seidi.

 

E così il piccolo Glesio ha trascorso con mamma Flutura un lungo periodo nella nostra Casetta dei Sorrisi, fino al 17 dicembre, giorno del suo ricovero per l'intervento cardiochirurgico del giorno dopo. Un intervento andato bene ma che per motivi di sicurezza ha rappresentato solo il primo di 2 stadi in cui i nostri cardiochirurghi hanno deciso di affrontare la correzione della sua cardiopatia.

 

Il 21 dicembre Glesio è giunto in Terapia Intensiva Pediatrica, dove la sua convalescenza si è protratta molto a lungo a causa di tutta una serie di fastidiose complicazioni: prima un chilotorace e poi una infenzione alle vie respiratorie hanno costretto il nostro piccolo a ripercorrere a più riprese il proprio cammino di recupero e di progressivo svezzamento respiratorio.

 

Dopo ben 35 giorni di terapia intensiva, Glesio è finalmente approdato nel reparto di Pediatria, per la felicità di mamma Flutura, straordinaria nel reggere la tensione e nell'accudire con infinita amorevole pazienza la sua creatura. Dopo un ulteriore breve ritorno in terapia intensiva, a causa di un'altra infezione, finalmente Glesio ha lasciato l'ospedale il 13 febbraio, per approdare alla nostra Casetta dei Sorrisi.

 

Lì il piccolo, accudito con tanta attenzone da mamma Flutura, ha trascorso la sua convalescenza extra-ospedaliera ... un periodo importante per riprendersi dopo la lunga degenza ospedaliera e prepararsi al secondo stadio cardiochirurgico, necessario per completare la complessa correzione che i nostri medici avevano programmato per il suo cuore. Sono stati giorni di rinascita, in cui Glesio è cresciuto e si è irrobustito, manifestandoci il suo benessere con dei bellissimi sorrisi e i primi gorgheggi !!!

 

Ad inizio aprile, Glesio è stato nuovamente ricoverato e sottoposto ad un cateterismo cardiaco, propedeutico all'intervento cardiochirurgico del 10 aprile. L'operazione è durata 8 ore ma tutto è andato per il meglio e dopo sole 48 ore di terapia intensiva cardiochirurgica il piccolo è stato trasferito in quella pediatrica.

 

La degenza in Terapia Intensiva Pediatrica è stata tutt'altro che una passeggiata: versamenti pleurici, infezioni e qualche improvvisa difficoltà respiratoria hanno fatto trascorrere giorni di ansia e scoramento non solo a mamma Flutura ma anche a noi del Castello.

 

Determinante è stato un ulteriore cateterismo cardiaco cui il bambino è stato sottoposto l'11 maggio: piccoli ritocchi che hanno fatto la differenza!!! Nel giro di pochi giorni la salute di Glesio è progressivamente migliorata, tanto da permettergli il 24 maggio il trasferimento in Pediatria.

 

Gli effetti positivi della manovra sono stati in realtà solo temporanei e il piccolo ha progressivamente iniziato a manifestare le difficoltà respiratorie del passato. Le nostre splendide cardiologhe hanno allora pensato ad uno stent sull'aorta polmonare, posizionato il 19 giugno. La soluzione ha dato fin da subito ottimi risultati e illuminato le prospettive per il piccolo Glesio, veramente stanco lui - come la sua mamma - per la lunghissima permanenza in ospedale.

 

Nemmeno 2 giorni, il 21 giugno, e sono giunte quasi inaspettate le dimissioni ... un miraggio per chi ha vissuto quotidianamente il lungo percorso clinico di questo bimbo, tra continui alti e bassi che non consentivano di vivere certezze e individuare prospettive.

 

Glesio ha quindi trascorso giorni tranquilli in Casetta, alla scoperta del mondo che gira all'esterno di quell'ospedale in cui aveva vissuto così tanto tempo. Abbiamo visto il piccolo crescere, rafforzarsi e manifestare tutta la sua curiosità, sotto gli occhi felici e amorevoli di mamma Flutura. E' poi giunto il momento degli ultimi controlli, affrontati con serenità per il benessere del bimbo, ma anche con una certa emozione perchè sarebbero stati propedeutici all'ok dei medici per il ritorno a casa.

 

Nessuna sgradita sorpresa ha rovinato la festa che da lì a pochi giorni abbiamo organizzato per festeggiare il rimpatrio di questo bimbo e della sua mamma. Così il 17 luglio Glesio è tornato finalmente a casa, trovando all'aeroporto di Tirana l'intera famiglia ad accoglierlo.

 

Per le specificità della cardiopatia di questo bimbo, Il Castello dei Sorrisi continuerà con particolare attenzione a seguire Glesio anche nei breve-medio termine: entro novembre è previsto un controllo ecocardiografico a Verona e - per non esporlo ad alcun rischio - prima della stagione invernale andranno valutati e risolti i problemi logistici e ambientali della sua casa, ubicata in un villaggio sperduto tra le montagne albanesi.

 

Ciao Glesio !!!

aggiornamento del 17.07.2018

 

 

***

 

 

***

 

 

 

PHOTOBOOK

 

 

 

15 novembre 2017 - in tutta sicurezza dall'aeroporto in ospedale !!!




15 novembre 2017 - a Verona con ottimismo e fiducia !!!




28 novembre 2017 - finita la diagnostica ... manca solo l'intervento !!!




14 gennaio 2018 - un momento tranquillo in Terapia Intensiva Pediatrica




22 gennaio 2018 - il primo biberon dopo una lunga convalescenza !!!




22 gennaio 2018 - il colore della salute !!!




13 febbraio 2018 - sorridiamo ... è tempo di uscire dall'ospedale !!!




13 febbraio 2018 - foto ricordo in pediatria




17 febbraio 2018 - ritratto




27 marzo 2018 - relax totale




7 aprile 2018 - lavori impegnativi



30 aprile 2018 - ancora in trincea, ma con tanta grinta !!!



20 maggio 2018 - pazienza e amore materno



21 giugno 2018 - il giorno delle dimissioni !!!



21 giugno 2018 - accompagnato verso il mondo !!!



12 luglio 2018 - ultimi controlli ... ed è già festa !!!



16 luglio 2018 - la grande famiglia riunita in casetta !!!



16 luglio 2018 - foto ricordo



17 luglio 2018 - in aeroporto con Iole



17 luglio 2018 - verso casa !!!