la storia di REJANA

 

il 4° viaggio:

marzo 2015

 

 

 

L'ultimo controllo ?

 

Dopo 6 mesi di tranquillità a casa, Rejana si è nuovamente riaffacciata al Castello dei Sorrisi per un ultimo scrupoloso controllo, richiesto dai suoi medici di Roma a garanzia della buona tenuta del suo esofago, trattato con uno stent nell'estate del 2014.

 

Circa 15 giorni prima del suo arrivo, a Rejana era stato fatto sospendere anche il farmaco antireflusso che la proteggeva, ma qualche episodio di vomito - che aveva allarmato i genitori - ha consigliato la ripresa della sua assunzione fino all'arrivo a Verona.

 

La piccola, accompagnata da mamma Merita, è giunta il 21 marzo e due giorni dopo è stata sottoposta ad una gastroscopia tanto fastidiosa ma utile per verificare che tutta la prima parte del suo apparato digerente fosse in ottime condizioni.

 

Tale è risultata e la buona notizia ha rasserenato la preoccupata mamma Merita; su Rejana invece alcun effetto, tanto la piccola era arrabbiata col mondo intero per l'esame che aveva dovuto subire!

 

Già il giorno dopo il clima sereno e i giochi della Casetta hanno fatto dimenticare a Rejana quanto successo; approfittando delle prime giornate primaverili, mamma e bimba hanno anche girato per la città di Verona e sono state a giocare al parco.

 

Mamma Merita ha chiesto anche di andare a salutare in cimitero la nostra cara Emma, che tanto era stata vicino a lei e alla figlia durante il lungo iter delle dilatazioni esofagee. Una volta lì, a Mariangela che la accompagnava ha chiesto "ma dove sono le tombe dei bambini?". "Grazie a Dio - le ha risposto Mariangela - in Italia sono pochi i bimbi che muoiono ... e quindi le tombe sono per la maggior parte di adulti o anziani". "Mariangela - le ha detto Merita - in Kosovo i cimiteri sono pieni di bambini!". Riflessione che da una parte ci ha lasciato senza parole e rattristato, e dall'altra è giunta come uno stimolo a continuare nella nostra opera umanitaria, nonostante le difficoltà quoidiane da affrontare.

 

Rejana è tornata a casa il 28 marzo, con l'obiettivo di riprovare a sospendere il farmaco anti-reflusso fra 6 mesi. Se tutto andrà liscio, la bimba non avrà più bisogno di tornare a Verona per cure o controlli e il suo percorso di guarigione potrà finalmente dichiararsi concluso con successo.

 

Ciao Rejana !!!

aggiornamento del 28.03.2015

 

 

 

 

 

***

 

 

PHOTOBOOK

 

 

 

 

26 marzo 2015 - la Casetta è delle donne !!!

 

 

 

 

27 marzo 2015 - in giro per la città !!!

 

 

 

 

28 marzo 2015 - tornare a casa vale un sorriso !!!




28 marzo 2015 - ciao piccola peste !!!