la storia di TOMAS

 

giugno - luglio 2018

 

 

 

 

 

Il valore di un viaggio della speranza

 

Un precedente tragico in famiglia può far diventare pesantissima l'attesa del viaggio della speranza per il proprio figlio ... e non c'è medico nè rassicurazione che possa tranquillizzare un genitore che vede in quel viaggio la speranza e la salvezza.

 

E' questo il caso della famiglia di Tomas, un bambino albanese di 10 mesi che la diagnosi di una cardiopatia congenita ha gettato nello sconforto, anche perché ancora profondamente toccata dalla scomparsa prematura della cuginetta, per la quale evidentemente non si era trovata una soluzione di cura all'estero.

 

Dopo alcune settimane di attesa dalla nostra presa in carico del caso, Tomas è giunto al Castello dei Sorrisi il 7 giugno, accompagnato da mamma Pranvera. Trasferito dall'aeroporto direttamente all'ospedale per un primo inquadramento, il bimbo è poi entrato nella nostra Casetta dei Sorrisi. Emblematico il sospiro di sollievo di mamma Pranvera, più tranquilla nel vedere il suo piccolo affidato a medici preparati e circondato dalle attenzioni delle nostre volontarie.

 

La permanenza in Casetta è durata più del previsto a causa di un raffreddore che ha costretto a rimandare l'intervento cardiochirurgico; è stato comunque un periodo trascorso tranquillamente, col piccolo più stabile dal punto di vista cardio-respiratorio grazie agli aggiustamenti terapeutici prescritti dai nostri medici.

 

Finalmente il 3 luglio il ricovero e il giorno dopo l'intervento cardiochirurgico: quella che doveva essere una lunga operazione si è in realtà risolta in un paio di ore perché  a tutela del piccolo i cardiochirurghi hanno preferito optare per una correzione in 2 stadi, limitandosi quindi in prima istanza ad un intervento palliativo.

 

Il post-operatorio di Tomas è scivolato via liscio, a parte una fastidiosa infezione intestinale che ne ha prolungato la degenza in isolamento nel reparto di Terapia Intensiva Pediatrica. Il 17 luglio è poi giunta la dimissione e il ritorno in Casetta per il completamento della convalescenza.

 

Superati senza problemi gli ultimi controlli, Tomas è potuto tornare a casa il 28 luglio. Lo rivedremo a Verona in autunno per il completamento della sua correzione cardiochirurgica.

 

Ciao Tomas !!!

aggiornamento del 28.07.2018

 

 

***

 

 

***

 

 

 

PHOTOBOOK

 




7 giugno - l'arrivo a Verona




3 luglio 2018 - verso la pediatria ... è ora del ricovero !!!




21 luglio 2018 - Tomas glamour




28 luglio 2018 - Casetta è ... essere famiglia !!!



28 luglio 2018 - verso casa !!!