la storia di VALER

 

il viaggio:

novembre-dicembre 2014

 

 

 

Un'improvvisa accelerata

 

Valer è un bimbo kosovaro di 3 mesi scarsi, che abbiamo conosciuto su segnalazione della Neonatologia di Pristina per la sua delicata cardiopatia. Preso subito in carico, lo avevamo programmato per la fine di novembre, dovendo dare la priorità ad altri casi.

 

All'inizio del mese ci veniva però riferito un peggioramento delle condizioni del bimbo: non si poteva più rimandare il suo arrivo a Verona, motivo per cui la nostra macchina organizzativa si è subito messa in moto.

 

Valer è giunto a Verona il 12 novembre, accompagnato da un'impaurita e preoccupata mamma Yllka, che negli ultimi giorni aveva visto il suo piccolo far sempre più fatica a respirare. I nostri medici hanno optato per il ricovero immediato e l'intervento il giorno successivo.

 

Una catena di eventi in rapida successione che ha messo a dura prova la tenuta di mamma Yllka; come una barca in balia della tempesta, ha potuto trovare nella compagnia e nell'affetto di Ardita, mamma di Omar, un importante punto di riferimento.

 

Valer è stato operato il 13 novembre e tutto è andato per il meglio; il giorno dopo, quando ha potuto rivederlo, mamma Yllka ha subito notato quel respiro non più forzato, ma delicato e pacato come deve deve essere quello di un lattante. Abbiamo però dovuto aspettare altri 2 giorni per vederla un po' più serena, in concomitanza col trasferimento del suo piccolo in terapia intensiva pediatrica.

 

Lì, e poi in pediatria, il piccolo ha trascorso la sua convalescenza post-operatoria, potendo contare sulla vicinanza della sua mamma: quando si svegliava e la vedeva accanto a sè si agitava tutto, alla ricerca di quel contatto e di quell'abbraccio che lo rasserenava.

 

Grazie ad un ottimo recupero post-operatorio senza complicazioni, il 21 novembre Valer è stato dimesso ed è arrivato in Casetta, dove ha trascorso il suo ultimo periodo di convalescenza.

 

I giorni successivi sono senza problemi, col piccolo che ha preso agevolmente un buon ritmo di crescita, annullando le ansie residue di mamma Yllka, sempre più orgogliosa e serena per il suo ometto in salute. Superati gli ultimi controlli, il piccolo è potuto tornare a casa il 6 dicembre. Per la sua cardiopatia, sarà necessario proseguire per un po' di mesi una terapia farmacologica e sostenere ulteriori controlli, ma noi del Castello lo seguiremo a distanza.

 

Ciao Valer !!!

 

aggiornamento del 06.12.2014

 

 

 

 

 

***

 

 

PHOTOBOOK

 

 

 

15 novembre 2014 - sono qui, amore mio !!!



18 novembre 2014 - intensità



21 novembre 2014 - la serenità di mamma Yllka



22 novembre 2014 - stracoccolato !!!



6 dicembre 2014 - pronti al decollo !!!